I cookie ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi, l'utente accetta le nostre modalità d'uso dei cookie.   Accetta.   Leggi la Cookie policy.
Formazione Scuola

Formazione Scuola
 
IndietroHomeAnteprima di stampaStampa PDFTwitter

Comunicato Stampa - 20/12/2017

Premio al merito 2017: L’eccellenza a scuola alla base della futura classe dirigente

Cerimonia di consegna della 16esima edizione del Premio al merito scolastico. 2017: Diciassette borse di studio assegnate ai figli di dipendenti delle imprese associate

 

Venerdì, 15 dicembre 2017 – «Il merito è un concetto bistrattato in Italia. Noi dobbiamo metterlo al centro della nostra azione di stimolo al miglioramento del sistema Paese». Questo è il commenta di Nicola de Cardenas, presidente di Confindustria Pavia, alla cerimonia di assegnazione del Premio al merito scolastico, appuntamento giunto alla 16esima edizione, con il quale Confindustria Pavia assegna una serie di borse di studio agli studenti più meritevoli, diplomati e laureati, tra i figli dei dipendenti delle imprese associate.

«Dobbiamo promuovere un ecosistema favorevole all’iniziativa imprenditoriale e che, come facciamo oggi, premi le persone meritevoli. I giovani sono la risorsa produttiva più preziosa del nostro Paese. Siamo convinti che senza innovazione per le nostre imprese non ci sia futuro. Le nuove idee nascono nelle menti più fresche e orientate alla curiosità e al cambiamento. Il nostro Paese, ma soprattutto questa città vantano una tradizione accademica che ha pochi pari in Europa. L’Università di Pavia è prestigiosa per la sua storia, com’è altrettanto all’avanguardia nello sviluppo di conoscenze molto avanzate. Il fattore scatenante dell’innovazione quindi non può che essere dato dal trasferimento della conoscenza dai luoghi dai luoghi del sapere ai giovani, i quali poi contribuiranno a portarla all’interno delle aziende e delle industrie. Il 16 ottobre scorso, abbiamo anche espresso la nostra preoccupazione per il forte tasso di disoccupazione giovanile (15-24 anni, 35,1%). In questo Pavia va in controtendenza. A differenza del suo 73 esimo posto nella classifica generale stilata dal Sole 24Ore sulla qualità della vita nelle province italiane. Qui la percentuale è “solo” del 14,3%. In generale il problema dei giovani senza lavoro viene associato alla paura che la crescente digitalizzazione del sistema produttivo. Quella comunemente nota come Industria 4.0 è spesso accolta con timore. Ma spetta proprio alle nuove generazione dimostrare il contrario. Già in passato la tecnologia di cui si temeva il sopravvento ha contribuito al miglioramento della nostra quotidianità».

Quest’anno le imprese coinvolte sono state: Bocchiotti, Brambati, Confindustria Pavia, Esbe Italiana, H. M .S., IGM Resins Italia, Labanalysis, Nannetti, Ormac, Oxon, Poste Italiane, Savio Industrial, Sogesi, Stamplast.

«Inoltre, il Premio al merito ha un significato economico. Con esso Confindustria Pavia desidera sostenere le famiglie dei dipendenti delle sue aziende associate. Famiglie che hanno compiuto importanti sforzi per la preparazione scolastica dei propri figli. È quindi una scommessa del mondo imprenditoriale sulle nuove generazioni. Confindustria Pavia però è impegnata anche in altre attività di sostegno agli studi. Quest’anno, con una campagna di crowdfunding aperta a tutte le imprese, abbiamo raccolto i fondi per una borsa di studio da destinare a uno/a studente/ssa iscritto/a all’Università di Pavia (facoltà di Bioingegneria, Ingegneria Elettronica e Informatica, Ingegneria Industriale, Biologia, Biotecnologia, Chimica, Matematica e Fisica), per accedere a uno tra i quattro Collegi storici di Pavia: Collegio Borromeo, Collegio Ghislieri, Collegio Nuovo e Collegio Santa Caterina da Siena. Ma vogliamo andare avanti con queste e anche tante altre iniziative, a sostegno della formazione e della preparazione di chi domani entrerà nel mondo del lavoro».

 

Qui di seguito l’elenco degli studenti premiati:

Con riferimento alla graduatoria stilata e siglata relativa alla laurea vengono riconosciuti vincitori i Signori:

1          Corradi Jacopo                                 110/110 e lode con encomio

2          Virelli Francesca                               110/110 e lode

3          Fusetto Daniele                                110/110 e lode

4          Bellini Riccardo                                 110/110 e lode

5          Rognoni Mattia                                  110/110 e lode

6          Santi Cristina Manuela                      110/110 e lode

7          Pollini Chiara                                     110/110 e lode

 

Con riferimento alla graduatoria stilata e siglata relativa al diploma di scuola media superiore vengono riconosciuti vincitori i Signori:

 1         Djonovic Aleksandar

 2         Torlasco Aurora

 3         Mascherpa Pietro

 4         Marigioli Francesco

 5         Milanesi Nicolò

.6         Ricci Martina

.7         Niero Virginia

 8         Vaona Martina